lunedì 30 aprile 2012

Fusilli con cipollotto e ricotta al verde

Una ricetta molto veloce, il tempo di cuocere la pasta e…evvualà, la pasta e' pronta!!!
Quello che ti consiglio di fare e' di mettere a scaldare l'acqua per la pasta e subito dopo fai ammorbidire il cipollotto, mentre questo e la pasta continuano la cottura prepara la ricotta al verde. Al verde perché e' un piatto quasi povero. Si, il Parmigiano non e' così economico ma lo puoi sostituire, tutto o metà, tagliando a pezzetti la crosta del Parmigiano, ben pulita esternamente, e aggiungerla alla pasta e cipolle durante la cottura finale così avrà modo di ammorbidirsi un poco, un altro modo per riciclare la crosta, mia mamma ne metteva dei bei pezzi nel sugo ed era una lotta a chi riusciva a prendere il pezzo più grande!

Ingredienti
180/200 g di Fusilli Voiello
80 g di ricotta di pecora
1 cipollotto rosso
1 dl di vino bianco ( o brodo vegetale o acqua )
6 g di pistacchi
un ciuffo di erba cipollina
4 rametti di origano fresco
50 g di Parmigiano Reggiano in una fetta
1/3 di cucchiaino di peperoncino in polvere (più o meno, dipende da quando vi piace piccante)
olio evo
sale

Fai appassire leggermente le fette di cipollotto in una larga padella con poco olio, aggiungi il vino, continua la cottura fino a farlo evaporare poi aggiungi un mestolo dell'acqua di cottura della pasta e fai cuocere fino a quando saranno morbide
Trita, non troppo finemente le foglie d'origano, l'erba cipollina e i pistacchi.
In una ciotola riunisci la ricotta, il peperoncino, il parmigiano a dadini e 2/3 del trito di erbe, aggiungi poco sale e mescola bene gli ingredienti
Scola la pasta al dente, mettila nella padella e falla saltare per un paio di minuti con le cipolle e ancora un poco dell'acqua di cottura della pasta in modo da lasciarla morbida.Togli dal fuoco e unisci la ricotta alle erbe, mescola bene, metti la pasta nei piatti, completa con il trito di erbe rimasto e…
Buon Appetito!













sabato 28 aprile 2012

venerdì 27 aprile 2012

Insalate Superstar

I colori e i sapori della primavera esplodono in questo servizio pubblicato su "Sale&Pepe" di Maggio del 2000, le ricette sono le mie e realizzate con il fotografo Giandomenico Frassi e con l'allora AF Studio a Milano. Ho collaborato per diversi anni con "Sale&Pepe" e la mia carriera di Food Stylist e' iniziata appunto realizzando le ricette della redazione e dopo un po' di tempo ho iniziato a proporre e scrivere le mie. Non e' stato solamente un lavoro, quello della FS, ma una crescita creativa grazie anche ai fotografi con cui ho collaborato, fotografi specializzati nel fotografare il cibo che mi hanno aiutata a "vedere" il cibo anche da altri…punti di vista!









giovedì 26 aprile 2012

Mezze maniche rigate Garofalo con carciofini, baccalà e pesto con pistacchi

Ingredienti
180 g di mezze maniche rigate Garofalo
200 g di baccalà privato della pelle
1 cipollotto
300 g di carciofini 
1 rametto di basilico (puoi sostituire il basilico con le foglie di 2 o 3 rametti di menta)
un ciuffo di prezzemolo
un mazzetto di maggiorana
2 rametti di menta
1 limone
1 dl di aceto bianco
1 dl di vino bianco
6 g di pistacchi
olio evo
pepe
sale

Nell'apposito bicchierone del minipimer metti le foglie del prezzemolo, della maggiorana e del basilico, aggiungi i pistacchi, la parte verde del cipollotto, una presa di sale e 50 ml circa di olio, frulla con il minipimer e se necessario aggiungi ancora un poco d'olio. Taglia a metà il cipollotto poi taglialo a fettine
Pulisci i carciofi eliminando le foglie più esterne e più dure, taglia la punta finale. Tagliali a metà, elimina le barbe interne e poi tagliali a spicchi non troppo sottili e mettili in una ciotola con acqua, il succo di 1/2 limone e 2 o 3 cucchiai di aceto in modo che non anneriscano
Fai insaporire, per qualche minuto, i carciofi, scolati dall'acqua acidulata, in una padella già calda con un paio di cucchiai d'olio e la menta, bagna con il succo del limone rimasto e su fuoco vivace fai evaporare mescolando di tanto in tanto, bagna con un mestolo dell'acqua di cottura della pasta e fai cucinare per 3 o 4 minuti, il tempo di cottura dipende da quanto sono teneri i carciofi
Trasferisci i carciofi in una ciotola e nella stessa padella metti poco olio, aggiungi il baccalà tagliato a dadi di 2 cm circa e cosparso con una macinata di pepe e fai cucinare su tutti i lati, bagna con il vino, fai evaporare quasi completamente
Unisci i carciofi al baccalà, scola la pasta e aggiungila alla preparazione, controlla se e' necessario aggiungere del sale
Bagna con poca acqua di cottura della pasta, mescola e fai insaporire su fuoco alto per un paio di minuti lasciando la preparazione morbida. Aggiungi il pesto, mescola bene e…
Buon Appetito! 




















martedì 24 aprile 2012

Insalata tiepida con seppie allo zafferano e fagioli francescani "La Salvia"

Mentre stavo scrivendo questa ricetta ho ricevuto un invito a partecipare ad un contest e visto che ancora non avevo mai partecipato ho preso subito la palla al balzo. Non ho mai partecipato ancora non perché' non voglio, tutt'altro, mi capita di vedere in altri blog i diversi annunci dei contest poi…mi perdo perché non mi organizzo bene, non scrivo ne il nome del blog e ne la data di scadenza del contest e…
Ok, questo e' un momento buono per iniziare e ringrazio Puffin di avermi mandato l'invito! 
Aspettavo istruzioni per il banner da inserire e dove e come postare la ricetta e…sono arrivate ma dopo aver postato la ricetta nel mio blog…opppssss!!!!
Niente di irrimediabile, un mio amico messicano a Brooklyn diceva "problema?!! no, non abbiamo un problema ma abbiamo la soluzione!" o comunque cerchiamo di trovarla! :)
Come forse ho già detto non sono un fulmine con il compiuter ma cerco di fare del mio meglio e tante cosentine le ho imparate…strada facendo e chiedendo aiuto agli amici virtuali e non e li ringrazio tantissimo!
Allora, questa ricetta partecipa al contest organizzato da Puffin in cucina, http://puffinincucina.blogspot.it/ , se riuscirò a prendere il banner e copiarlo!….siiiiiiii….ci sono riuscita!!!
Ed ecco la mia insalata tiepida! 

Ingredienti


120 g di fagioli francescani già lessati
200 g di seppie
1 cipolla
1 rametto di salvia
1 rametto di santoreggia
1 arancia
un ciuffo di erba cipollina
un pizzico di peperoncino in polvere
1/2 bustina di zafferano
3 dl circa di brodo vegetale o acqua
aceto di mele
1/2 cucchiaino di pepe in grani
200 g di un mix di insalate: valeriana e crescione (già pulite)
olio evo
sale
Fai appassire leggermente la cipolla in una padella con poco olio, la salvia e la santoreggia, poi aggiungi i fagioli e il peperoncino, aggiungi parte del brodo vegetale o acqua e fai cuocere per 20 minuti circa, aggiungendo altra acqua durante la cottura, non far asciugare troppo la preparazione e ricorda di aggiungere un pizzico di sale, al termine togli le erbe aromatiche poi unisci l'erba cipollina spezzata
Fai bollire, in una pentola non troppo grande, dell'acqua con 2 cucchiai di aceto, il pepe in grani e un pizzico di sale, aggiungi le seppie tagliate a fette sottili e quando riprende il bollore scolale e mettile nella padella con i fagioli, unisci il succo di 1/2 arancia e lo zafferano sciolto in poca acqua calda, mescola e fai insaporire su fiamma vivace per un paio di minuti
Prepara la vinaigrette con il succo dell'arancia rimasta, 1 cucchiaio di aceto di mele, una presa di sale e 4 o 5 cucchiai di olio. Metti l'insalata in una ciotola, condisci con la salsa. Dividi l'insalata nei piatti e poi aggiungi i fagioli e le seppie e…
Buon Appetito!














lunedì 23 aprile 2012

Spaghetti Cavalieri con asparagi e tentacoli di seppia

Ingredienti

180/200 g di spaghetti Benedetto Cavalieri
100 g di asparagi già puliti e privati della parte finale più dura
150 g di tentacoli di seppie
1 piccolo scalogno
1 piccola cipolla
1 peperoncino
1 rametto di timo
1 rametto di salvia
1 dl di vino bianco
il succo di 1/2 limone
olio evo
sale
per il trito: un ciuffo di prezzemolo, un ciuffo di erba cipollina, 1 cucchiaio di pistacchi
Taglia gli asparagi a fette in diagonale e falli dorare leggermente in una padella già calda con un poco d'olio, la cipolla e lo scalogno tagliati e poi fettine e il timo, bagna con il vino e fai evaporare completamente. Continua la cottura aggiungendo, quando necessario, l'acqua di cottura della pasta, sistema di sale
In un'altra padella, su fuoco vivace, salta i tentacoli, tagliati in 4 o 6 parti, con poco olio, il peperoncino e la salvia, appena saranno rosati e iniziano a dare fuori la loro acqua bagna con il succo di limone, cucina ancora per pochi minuti mescolando spesso e aggiungi un pizzico di sale
Scola la pasta al dente, aggiungi la pasta agli asparagi con un poco di acqua di cottura della pasta e, su fuoco vivace, fai insaporire mescolando spesso. Unisci i tentacoli, continua la cottura ancora per poco o fino a quando la pasta sarà pronta, se si asciuga troppo bagna sempre con poca acqua della pasta
Aggiungi metà del trito di erbe e pistacchi, mescola, metti la pasta sui piatti, completa con il trito rimasto e…















giovedì 19 aprile 2012

Pipe rigate De Cecco con zucca, olive e mais

Le pipe…come mi piacciono!!! Da piccola le chiamavo le borsette ed insieme alle mezze maniche erano le mie paste preferite e lo sono tutt'ora. Sono divertenti, con mia cugina ci infilavamo le dita sia da cotte che da crude, ci raccoglievamo il sugo, da crude ci facevamo le collane e a volte le coloravamo e ci sembrava di avere chissà quale prezioso gioiello…insomma quei giochi di bimbi che si fanno quando si esplorano le forme delle cose quotidiane con le quali si ha a che fare. Un classico sugo di mamma per le "borsette" era il sugo di pomodoro con i piselli e una quantità industriale di Parmigiano. Mi piaceva raccogliere quell'impasto di sugo e Parmigiano con alcuni piselli racchiusi all'interno, che rimaneva attaccato alla ciotola, sia con la pasta, cercando di infilare quanti più piselli potevo e con il cucchiaio. Crescendo ho imparato ad apprezzare anche le altre paste e i differenti condimenti e fermarmi ora in questa non così nuova esplorazione e' un po' difficile…mi piace mangiare!!! Ma mi piace molto e trovo divertente pensare ad un sugo o condimento diverso a seconda delle diverse forme di pasta e viceversa, mi piace anche continuare a esplorare e sperimentare tutte le nuove possibili paste che si trovano in vendita. 
Ma il ricordo e la tentazione di infilare la pasta tra le dita quando la cucino continua a farmi sorridere…e non e' detto che non continui a farlo!

Ingredienti

160 g di pipe rigate De Cecco
200 g di zucca già pulita
1 scalogno
1 cipollotto
1 spicchio d'aglio tritato
15 olive snocciolate, ma se sono di più va bene lo stesso)
40 g di mais sgocciolato
1 dl di vino bianco
1 rametto di rosmarino
erbe aromatiche da tritare: prezzemolo, maggiorana, erba cipollina
un pezzettino di buccia d'arancia non trattata
olio EVO
1 peperoncino ( dipende anche da voi se vi piace più piccante)
sale
In una larga padella con un poco d'olio fai dorare leggermente e insaporire la zucca tagliata a dadini con lo scalogno e la cipolla a fette, l'aglio, la buccia d'arancia tritata, il peperoncino e il rosmarino, sfuma con il vino e fai evaporare completamente unisci le olive tritate grossolanamente 
e il mais quindi continua la cottura ancora per alcuni minuti aggiungendo, quando e' necessario, dell'acqua di cottura della pasta, ricorda di salare
Scola la pasta al dente, mettila nella padella con la salsa alla zucca e porta a cottura su fuoco alto bagnando sempre con un poco d'acqua della pasta e mescolando di tanto in tanto. Completa con le erbe tritate e un filo d'olio, impiatta e…
Buon Appetito!





















Polletti alle erbe aromatiche cotti con la birra Menabrea

Trovo che cucinare i polletti o il pollo in questo modo sia una soluzione abbastanza veloce, non tanto per quello che riguarda il tempo di cottura ma nel frattempo che cuociono in forno posso prepare il contorno o il riso Basmati per accompagnare la ciccia o mi faccio un aperitivo mentre apparecchio la tavola e se ci sono amiche e amici ospiti faccio due chiacchiere senza spadellare troppo

Ingredienti
2 polletti
1 scalogno
2 mazzetti di erbe aromatiche con: rosmarino, timo, alloro
2 cipolle non troppo grandi
150/200 ml di birra Menabrea
olio EVO
pepe
sale
Pulisco bene i polletti, li passo alla fiamma poi infilo nella pancia già salata 1/2 scalogno ciascuno e un mazzetto di erbe aromatiche, in questo caso ho utilizzato timo, alloro e rosmarino ma puoi usare altre erbe come la salvia, la maggiorana, l'origano
Metto i polenti in una teglia, li ungo con dell'olio, metto le cipolle sbucciate e tagliate a fette non troppo spesse tutte intorno e poi bagno con la birra, finisco con un poco di sale e una macinata di pepe
quindi cucino in forno pre-riscaldato a 190'/200' per 40 minuti circa, dipende dal forno e ognuno di noi conosce il proprio. Con il frullatore ad immersione o il passaverdure riduco in una crema le cipolle con la salsa di cottura. A questo punto servo i polenti con il riso e la salsa alle cipolle e…
Buon Appetito!














Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...