sabato 18 febbraio 2012

Festoni "La Terra e Il Cielo" con lenticchie e spinaci

Tutti vanno matti per la pasta!…e quando poi la pasta e' di buona qualità non ci si può tirare indietro…e quando la pasta ha delle forme differenti dal solito arriva il divertimento!
Alcune delle forme che oggi si trovano sul mercato sono anche l'evoluzione di formati con i quali sono cresciuta, e credo anche molti di voi, e alcuni di questi ci rimangono nel cuore ed entrano a far parte dei "comfort food", di quei cibi e/o preparazioni che ci danno conforto in quei momenti che ci serve una coccola! 
chi si affeziona agli spaghetti e non puo' farne a meno in qualsiasi parte del mondo si trovi, chi ama le penne o le mezzemaniche o…i fusilli, o…
Gia' il nome di questa pasta e' una gioia, mi mette allegria, mi piace la ruvidezza, mi fa pensare ad un sugo morbido…sugoso!!!
Quindi…inizia il divertimento!
Ingredienti

Festoni "La Terra e Il Cielo"
150 g di lenticchie già cotte
100 g di spinaci già cotti
1 cipolla
2 rametti di salvia
1/2 bustina di zafferano
2 dl di brodo vegetale
1 tomino
EVO
sale e pepe

Metti le lenticchie con due o tre cucchiai di brodo e uno di olio in un contenitore poi con il frullatore ad immersione e frulla gli ingredienti in modo da avere una purea grossolana
In una padella ben calda fai colorire la cipolla sbucciata e tagliata a dadi con 1 cucchiaio d'olio e la salvia
aggiungi il metà del brodo vegetale caldo in cui avrai sciolto lo zafferano
aggiungi gli spinaci tritati grossolanamente, la purea di lenticchie e il brodo rimasto, fai cuocere ancora per qualche minuto, sistema di sale. Scola la pasta al dente e mettila nella padella con la salsa alle lenticchie, mescola e fai insaporire per un paio di  minuti e se dovesse asciugare troppo aggiungi un poco dell'acqua di cottura della pasta
Completa aggiungendo il tomino a dadi e...
Buon Appetito!


















LUNCH=BRUNCH

Ricette e Food Styling by: Anna Grazia Ballerini - Foto by: Stefano Monsna

Copertina Anna - Febbraio 2001



giovedì 16 febbraio 2012

Zuppa di ceci, patate e zafferano con avanzi!



Può capitare che di una preparazione rimanga qualche avanzo e a quel punto che si fa? ma sopratutto che si dice? regolarmente si pensa e si dice " ok, non devo pensare alla cena…o…al pranzo del giorno dopo". Poi capita che la sera o il giorno dopo non hai così voglia di…riscaldare quell'avanzo e a volte lo mandi giù ma con un po' di fatica. E magari pensi…" mi piacerebbe qualche cosa di caldo come una zuppa o magari un'insalata…" e iniziano i "sensi di colpa" per quel cibo che non hai voglia di riscaldare ma se passa troppo tempo rischi di gettarlo…
sai una cosa?
adoro riciclare o cucinare quando la dispensa e'…sofferente!
Perciò ho preparato questa semplice zuppa per accompagnare e riscaldare questi avanzi.
E poi ho quasi sempre una scorta di brodo e/o fumetto in congelatore. 

Ingredienti

200 gr di ceci già cotti
200 gr di patate
1 scalogno
2 spicchi d'aglio
180 gr di funghi champignon bianchi già puliti
7 / 8 dl di fumetto di pesce o vegetale o acqua
1/2 bustina di zafferano
1 dl e1/2 di vino bianco 
1 peperoncino
olio extravergine di oliva
sale

gli avanzi dalla ricetta 
"Coda di rospo con funghi su crema di cipolle e pistacchi"
fettine della coda di rospo 
salsa di cipolle e pistacchi

Sbuccia le patate, tagliale a dadi non troppo grandi, mettile in una wok o in una casseruola con i ceci, lo scalogno tagliato grossolanamente, lo spicchio d'aglio svestito, il peperoncino privato dei semi e 2 cucchiai d'olio, fai insaporire per alcuni minuti su fuoco dolce, poi sfuma con metà del vino e fai evaporare
Aggiungi metà del fumetto o brodo caldo e porta a cottura le patate
sciogli lo zafferano in una tazza con un poco di fumetto o brodo caldo
quindi con il frullatore ad immersione riduci in purea la preparazione ai ceci, unisci lo zafferano e altro brodo per avere la giusta consistenza della zuppa che desideri, mescola, sistema di sale e fai insaporire per un paio di minuti
Nel frattempo che la zuppa è in cottura taglia i funghi in 4 se sono piccoli e in più parti se più grandi
fai saltare i funghi in una padella con un poco d'olio e lo spicchio d'aglio schiacciato, sfuma con il vino rimasto e fai evaporare completamente, sistema di sale. Nella stessa padella puoi riscaldare velocemente su fuoco vivace le fettine di coda di rospo. Mi raccomando, ricordati di scaldare, aggiungendo un poco d'acqua se troppo densa, la salsa di cipolla
Suddividi la zuppa in ciotole, aggiungi un poco di salsa alle cipolle, i funghi e poi il pesce. Puoi completare con del prezzemolo tritato o erba cipollina tagliuzzata, quindi…
Buon Appetito! 

















Coda di rospo con funghi su crema di cipolle e pistacchi


Un'altra fredda giornata e ancora neve intorno, sui tetti delle case, sulle colline per quello che ancora posso vedere dalla finestra della cucina di mamma, purtroppo hanno costruito selvaggiamente e la collina che si vede è solo una piccola parte, il resto è ricoperta da cemento. Ma basta uscire dal paese che la vista e il cuore si riprendono vedendo il dolce orizzonte delle nostre colline. Ma le preferisco senza tutta questa neve.
Ho anche una gran fortuna, il mare! Lo vedo dalla finestra di casa mia, attraverso la strada, ancora due passi e in 2 minuti sono in spiaggia.
Passeggiare lungo la spiaggia in inverno non ha prezzo, il silenzio intorno, il rumore dei miei passi sui sassi e il mare impetuoso o dolce che accompagna le mie camminate.
Mi piacciono quei momenti solitari, poi lentamente me ne torno a casa più in pace con me stessa!
Ingredienti

1 Coda di rospo da 500/600 g
150 g di funghi champignon bianchi già puliti
12 g di porcini secchi 
1 spicchio d'aglio
8 fette di pancetta affumicata
1 dl e 1/2 di fumetto di pesce o acqua
1/2 dl di vino bianco
EVO
sale, pepe

per la salsa:
1 scalogno
1 piccola cipolla
1 rametto di salvia
20 g di pistacchi
1 dl di vino bianco
EVO
sale

Pulisci lo scalogno e la cipolla, tagliali a fette, mettili in una casseruola con il vino, 200 ml di acqua, la salvia, e un pizzico di sale, quindi fai cucinare fino a che le cipolle risulteranno cotte ma non farle asciugare completamente. Trasferisci le cipolle, eliminando la salvia, in un contenitore piú piccolo, aggiungi i pistacchi, 2 cucchiai di olio quindi con il frullatore ad immersione riduci gli ingredienti in una crema
Riduci in polvere i funghi secchi con il macinacaffè
Trita grossolanamente i funghi, mettili in una padella già calda con 1 cucchiaio d'olio e lo spicchio d'aglio tritato e fai cucinare per un paio di minuti
aggiungi la polvere di funghi, mescola bene poi sfuma con il vino e fallo evaporare completamente, mi raccomando, aggiungi un pizzico di sale.Togli dal fuoco e fai intiepidire
Elimina la lisca alla coda di rospo, taglia ciascun filetto ottenuto a metà nel senso della lunghezza, incidi la polpa interna con il coltello ben affilato, poi spolverizza con un poco di sale e una macinata di pepe
metti metà della preparazione ai funghi su un filetto di pesce, richiudi e fai la stessa cosa con il secondo filetto poi avvolgi ogni filetto con 4 fettine di speck e chiudi con dello spago
Metti l'osso del pesce nella stessa padella dove hai cotto i funghi, aggiungi il di fumetto di pesce o acqua e fai bollire per 2 o 3 minuti a fuoco vivace per farlo ridurre un poco
Trasferisci il pesce in una teglia, aggiungi il brodo e la lisca e fai cuocere in forno già caldo a 200 e fai cucinare per 15/20 minuti
Impiatta mettendo un poco di salsa alle cipolle, 2 fettine di coda e un po' della salsa di cottura
ho accompagnato il pesce con delle patate cotte in padella con l'aglio
Buon Appetito!


















martedì 14 febbraio 2012

Corzetti con sedano rapa, sedano e bottarga



Un'altra ricetta e una piccola idea per due primi con la bottarga. La bottarga che ho utilizzato in questa ricetta era dimenticata in un angolino del frigo ed è per questo che il suo colore è più scuro e ha perso il suo caldo colore

Ingredienti

200 g diCorzetti
20 g di Bottarga
250 g di sedano rapa
1 patata grande
15/20 foglie dei sedano
1 spicchio d'aglio
1dl di vino bianco
10 g di pistacchi tritati
EVO
burro
sale, pepe

Rosola delicatamente il sedano rapa e la patata tagliati a dadi con 1 spicchio d'aglio schiacciato, metà delle foglie di sedano tritate grossolanamente e un poco l'olio, bagna con il vino e fai evaporare
Aggiungi metà della bottarga e poca acqua di cottura della pasta, fai insaporire per alcuni secondi poi unisci la pasta al dente
Continua la cottura aggiungendo l'acqua di cottura della pasta quando e' necessario e mescola gli ingredienti, sistema di sale
Unisci la bottarga e il sedano tritati rimasti, i pistacchi e il burro completa con una macinata e…
Buon Appetito!

 Ma non è finita qui…un'altra idea sempre con la bottarga

Corzetti, bottarga, scalogno rosolato, spinaci, olio extravergine di oliva, burro, sale e pepe








lunedì 13 febbraio 2012

Anelli con Bottarga e Salmone affumicato


La Bottarga! Mi piace e anche tanto! e' una calda dipendenza!
La Bottarga sono le sacche delle uova essiccate e pressate, possono essere di muggine, detta anche cefalo, e di tonno, le prime con un sapore più delicato, e la preferisco, e di tonno con un sapore più deciso.
È un prezioso dono del mare che ha origini antiche, si parla di Fenici e Romani e l'origine della parola deriva dall'arabo bottarikh che significa uova di pesce salato.
La bottarga si trova in baffe e vengono grattugiate o tagliate a fettine, grattugiate hanno un colore che assomiglia alla polvere d'oro ed e' una meraviglia!
Ho scoperto la bottarga nel periodo che ho vissuto a Milano, devo dire che non avevo mai avuto occasione di assaggiare qualche piatto con la bottarga. In studio, durante il lavoro, mi era capitato di vedere altre colleghe che la utilizzavano. Ma la signora della botteghina sotto casa, che vendeva prodotti calabresi e del sud, mi "iniziò" alla dipendenza. Comprai 2 piccole baffe e la signora mi spiegò come la utilizzava lei per fare la pasta, una semplice ricetta, mi disse di far sciogliere, in una padella, un mestolo di acqua di cottura della pasta un poco di olio e…due pochi di burro e poca bottarga grattugiata, non ricordo se mi disse di aggiungere aglio e/o prezzemolo. Mi disse poi di aggiungere la pasta al dente e di farla insaporire in questa salsa lasciando la preparazione a cottura ultimata molto morbida, quindi per completare aggiungere ancora bottarga grattugiata e…ancora burro!
Una scoperta deliziosa che il mio ex marito non gradì, questo è uno dei motivi per il quale ora è un ex…ma questa è un'altra storia.
Certamente il burro esalta il sapore e il profumo, ho continuato a preparare la pasta in questo modo, sopratutto nei momenti in cui ho bisogno di "conforto" ma ho drasticamente ridotto la quantità di burro, a volte ne metto pochissimo e alla fine, ma cerco di evitare di aggiungerlo. Mi piace e continuo ad utilizzarla con qualche piatto e a farla incontrare con altri sapori.
Ingredienti

180/200 g di Anelli Giovanni Perna
20 g di bottarga
40 g di salmone affumicato
2 cucchiai di crème fraîche
2 o 3 scalogni, dipende dalla grandezza
1 peperoncino
1 dl di vino bianco secco
1 piccolo spicchio d'aglio
EVO
sale

Tagliate 4 o 6 fettine molto sottili di bottarga poi grattugiate la rimanente.
In una padella, già' calda, fate rosolare, per un paio di minuti, lo scalogno a fettine con lo spicchio d'aglio tritato, il peperoncino e un cucchiaio d'olio ma non lo fate dorare troppo, aggiungete il vino e 1 dl d'acqua e fate evaporare quasi completamente su fuoco medio
Aggiungete un poco di bottarga, mescolate poi unite la pasta scolata e al dente, ricordando sempre di tenere da parte una tazza di acqua di cottura, portate a cottura aggiungendo l'acqua poco alla volta mescolando di tanto in tanto. Continuare la cottura della pasta in questo modo renderà la salsa un po' più densa ed esalterà in morbidezza il sapore degli ingredienti
Togliete dal fuoco lasciando la pasta non troppo asciutta, unite il resto della bottarga grattugiata, 1 cucchiaio d'olio e il salmone a striscioline, mescolate bene e servite completando con della crème fraîche e due fettine di bottarga.
Potete spolverizzare il piatto con dell'erba cipollina tagliuzzata
Buon Appetito!














Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...