giovedì 19 aprile 2012

Pipe rigate De Cecco con zucca, olive e mais

Le pipe…come mi piacciono!!! Da piccola le chiamavo le borsette ed insieme alle mezze maniche erano le mie paste preferite e lo sono tutt'ora. Sono divertenti, con mia cugina ci infilavamo le dita sia da cotte che da crude, ci raccoglievamo il sugo, da crude ci facevamo le collane e a volte le coloravamo e ci sembrava di avere chissà quale prezioso gioiello…insomma quei giochi di bimbi che si fanno quando si esplorano le forme delle cose quotidiane con le quali si ha a che fare. Un classico sugo di mamma per le "borsette" era il sugo di pomodoro con i piselli e una quantità industriale di Parmigiano. Mi piaceva raccogliere quell'impasto di sugo e Parmigiano con alcuni piselli racchiusi all'interno, che rimaneva attaccato alla ciotola, sia con la pasta, cercando di infilare quanti più piselli potevo e con il cucchiaio. Crescendo ho imparato ad apprezzare anche le altre paste e i differenti condimenti e fermarmi ora in questa non così nuova esplorazione e' un po' difficile…mi piace mangiare!!! Ma mi piace molto e trovo divertente pensare ad un sugo o condimento diverso a seconda delle diverse forme di pasta e viceversa, mi piace anche continuare a esplorare e sperimentare tutte le nuove possibili paste che si trovano in vendita. 
Ma il ricordo e la tentazione di infilare la pasta tra le dita quando la cucino continua a farmi sorridere…e non e' detto che non continui a farlo!

Ingredienti

160 g di pipe rigate De Cecco
200 g di zucca già pulita
1 scalogno
1 cipollotto
1 spicchio d'aglio tritato
15 olive snocciolate, ma se sono di più va bene lo stesso)
40 g di mais sgocciolato
1 dl di vino bianco
1 rametto di rosmarino
erbe aromatiche da tritare: prezzemolo, maggiorana, erba cipollina
un pezzettino di buccia d'arancia non trattata
olio EVO
1 peperoncino ( dipende anche da voi se vi piace più piccante)
sale
In una larga padella con un poco d'olio fai dorare leggermente e insaporire la zucca tagliata a dadini con lo scalogno e la cipolla a fette, l'aglio, la buccia d'arancia tritata, il peperoncino e il rosmarino, sfuma con il vino e fai evaporare completamente unisci le olive tritate grossolanamente 
e il mais quindi continua la cottura ancora per alcuni minuti aggiungendo, quando e' necessario, dell'acqua di cottura della pasta, ricorda di salare
Scola la pasta al dente, mettila nella padella con la salsa alla zucca e porta a cottura su fuoco alto bagnando sempre con un poco d'acqua della pasta e mescolando di tanto in tanto. Completa con le erbe tritate e un filo d'olio, impiatta e…
Buon Appetito!





















Polletti alle erbe aromatiche cotti con la birra Menabrea

Trovo che cucinare i polletti o il pollo in questo modo sia una soluzione abbastanza veloce, non tanto per quello che riguarda il tempo di cottura ma nel frattempo che cuociono in forno posso prepare il contorno o il riso Basmati per accompagnare la ciccia o mi faccio un aperitivo mentre apparecchio la tavola e se ci sono amiche e amici ospiti faccio due chiacchiere senza spadellare troppo

Ingredienti
2 polletti
1 scalogno
2 mazzetti di erbe aromatiche con: rosmarino, timo, alloro
2 cipolle non troppo grandi
150/200 ml di birra Menabrea
olio EVO
pepe
sale
Pulisco bene i polletti, li passo alla fiamma poi infilo nella pancia già salata 1/2 scalogno ciascuno e un mazzetto di erbe aromatiche, in questo caso ho utilizzato timo, alloro e rosmarino ma puoi usare altre erbe come la salvia, la maggiorana, l'origano
Metto i polenti in una teglia, li ungo con dell'olio, metto le cipolle sbucciate e tagliate a fette non troppo spesse tutte intorno e poi bagno con la birra, finisco con un poco di sale e una macinata di pepe
quindi cucino in forno pre-riscaldato a 190'/200' per 40 minuti circa, dipende dal forno e ognuno di noi conosce il proprio. Con il frullatore ad immersione o il passaverdure riduco in una crema le cipolle con la salsa di cottura. A questo punto servo i polenti con il riso e la salsa alle cipolle e…
Buon Appetito!














mercoledì 18 aprile 2012

Zuppa di asparagi e finocchi con zenzero

La primavera e' arrivata, e' nell'aria ma a volte si nasconde e torna il freddo! Non freddo freddo ma abbastanza freddo da essere vittima di un brutto raffreddore, anche se sono convinta che qualsiasi raffreddore o altro malessere fisico dipenda soprattutto da altri motivi…motivi emotivi, ma a parte questa veloce considerazione e imbacuccata fin sopra le orecchie sono pronta per questa bella, ricca e calda zuppa, o crema. Negli ingredienti ho aggiunto lo yogurt come facoltativo, prova a metterne un cucchiaio nella zuppa se non sei vegano e se non hai problemi con i latticini.
Adoro le zuppe, le minestre e i minestroni ben caldi, e' un altro dei miei comfort food, cibi che mi riscaldano anche l'anima e con questo raffreddore mi faccio razione doppia!!!
Ingredienti

250 g di asparagi
1 finocchio
1 rametto di timo 
1 rametto di salvia
un pezzetto di zenzero
50 g di mais
1 dl di vino bianco
8 dl circa di brodo vegetale o acqua
2 cucchiai di farina di riso
1 cucchiaio di mandorle sfilettate
un ciuffo di erba cipollina
yogurt greco (facoltativo)
olio EVO
1 piccolo peperoncino
sale

In una padella fai tostare le mandorle sfilettate
Elimina la parte finale, più dura, degli asparagi poi taglia le punte, di 3 cm circa, separandole dai gambi. In una casseruola fai insaporire, con poco olio, i finocchi tagliati a pezzi e i gambi degli asparagi tagliati a tronchetti con il timo, la salvia e il peperoncino, mescola di tanto in tanto poi bagna con il vino e fai evaporare
Aggiungi un poco di brodo vegetale caldo in modo da far cucinare le verdure , elimina le erbe aromatiche poi con il frullatore ad immersione riduci in purea. Unisci il resto del brodo o acqua, aggiungi la farina di riso, mescola bene e fai cuocere ancora per 8/10 minuti, sistema di sale
Taglia a metà, nel senso della lunghezza, le punte d'asparagi più grandi, sbuccia lo zenzero e taglialo a piccoli dadi
mettili in una padella già calda con un cucchiaio d'olio e fai insaporire, aggiungi il mais e continua la cottura 
ancora per qualche minuto mescolando di tanto in tanto e ricorda di aggiungere una presa di sale
Impiatta la crema, aggiungi il mais e le punte di asparagi, completa con le mandorle sfilettate e l'erba cipollina tagliuzzata e…
Buon Appetito!





















  by Anna Grazia
a photo by Anna Grazia on Flickr.

La Zucca arrostita ospita lo spezzatino di Seitan ai funghi alle erbe aromatiche

Ingredienti

2 fette di zucca di 2 cm circa di spessore(o più di 2 fette, dipende dalla grandezza)
1 cipolla media
1 scalogno grande
10 g di funghi porcini secchi
150 ml di vino bianco
200 g di seitan di "Laboratorio Macrobiotico" (distribuito da "La Salvia")
un mazzetto di erbe aromatiche per la cottura dei funghi: timo, origano, rosmarino, salvia
brodo vegetale o acqua
erbe per la cottura della zucca: un rametto di santoreggia (puoi usare il rosmarino in sostituzione),un rametto di maggiorana
erbe da tritare: erba cipollina, prezzemolo, rosmarino
Olio EVO
pepe
sale
Metti i funghi in una ciotola con acqua leggermente tiepida per un oretta. In una padella fai ammorbidire, su fuoco medio, la cipolla e lo scalogno tagliati a fettine non troppo sottili con il vino e un poco d'olio, unisci il mazzetto aromatico e i funghi rinvenuti, strizzati e tritati grossolanamente.
Quando il vino sarà evaporato aggiungi del brodo vegetale caldo, o acqua, e continua la cottura delle cipolle fino a farle diventare trasparenti, continuando ad aggiungere brodo quando si asciugano troppo, aggiungi un pizzico di sale
Unisci il seitan tagliato a pezzi non troppo grandi, aggiungi altro brodo e cucina ancora per 25 minuti in modo da farlo insaporire
Nel frattempo metti un una teglia le fette di zucca pulite dalla buccia e dai semi interni, ungile con un poco d'olio, aggiungi le erbe aromatiche, un pizzico di sale e una macinata di pepe e
cuoci in forno pre-riscaldato a 190' per 15/20 minuti
Metti ciascuna fetta di zucca nei piatti, suddividi all'interno il seitan ai funghi e il sugo di cottura, completa con le erbe tritate, una macinata di pepe, un filo d'olio e...
Buon Appetito!
























lunedì 16 aprile 2012

La dolcezza delle cipolle con penne al farro "Alce Nero" in verde

Eccomi di ritorno! Come state? Ringrazio tutte e tutti i cucinoni che hanno continuato a venire a trovarmi nella mia cucina e un caldo benvenuto alle nuove amiche!
No, non ho preso una vacanza, magari!!! Ho alternato momenti di pigrizia, dedicati a leggere, agli amici, ai miei gatti e nel web incontrando entrando nuove e vecchie amiche in cucina, e momenti a girare come una trottola. E' da un po' che devo rifare un nuovo armadio per la mia camera e…sembra facile! Ho iniziato a girare tra alcuni mobilieri e artigiani della zona per farmi fare dei preventivi e trovare la soluzione migliore dato che ho una parete abbastanza grande e vorrei sfruttarla al meglio. A dire la verità qualche mese fa avevo comprato un armadio all'Ikea, grande, con le ante scorrevoli, sono andata diverse volte per vederlo, mi piaceva veramente! Ma la consegna e' stata un disastro. Metà dei pannelli sono arrivati spaccati e da li mi sono anche accorta di come la qualità dei prodotti si sia abbassata notevolmente. Nella descrizione dicono che il legno, che poi e' truciolato e questo lo sapevo, e' rivestito con una "impiallacciatura di betulla"…questa e' un sottile foglio di carta da rivestimento, semplice carta similbetulla…
Va bene che i costi dell'Ikea sono bassi e questi materiali giustificano un costo così basso ma ci sono rimasta molto male e per la prima volta nella mia vita ho contestato un acquisto. Ho riconsegnato il tutto e mi hanno fatto una card dell'importo dell'acquisto da utilizzare sempre nelle loro sedi che ho sfruttato per altri piccoli acquisti. Tra oggi e domani dovrei avere altri due preventivi così potrò decidere. E in questi giorni tra girare come una trottola e cucinare mi e' scappata una pasta superveloce! 
Ingredienti

200 g di penne al farro Alce Nero
2 cipollotti freschi
1 spicchio d'aglio
1 dl di vino banco
15 g di anacardi
15 g di pistacchi
un bel mazzetto di erbe aromatiche fresche: maggiorana, origano, erba cipollina, prezzemolo
pecorino romano
Olio EVO
un pizzico di peperoncino in polvere
sale

In una padella fai ammorbidire i cipollati tagliati a metà e poi a fette, non troppo spesse, con lo spicchio d'aglio tritato, un poco d'olio, 1 rametto di maggiorana e 1 di origano con il vino bianco, quando il vino sarà evaporato aggiungi 1 mestolo abbondante di acqua di cottura della pasta e continua la cottura su fuoco medio, sistema di sale
Trita grossolanamente un ciuffo di erba cipollina e di prezzemolo e le foglioline di 1 rametto di maggiorana e 1 di origano con 10 g di frutta secca mista. Metti tutte le erbe rimaste, la frutta secca e il peperoncino in un bicchierone, aggiungi un poco d'olio e un poco di sale poi con il frullatore ad immersione ottieni un pesto
Scola la pasta al dente, mettila nella padella con le cipolle e porta a giusta  cottura aggiungendo un poco dell'acqua di cottura. Togli la padella dal fuoco, unisci il pesto e mescola bene
Metti un poco di Pecorino a scaglie sul piatto poi la pasta, completa con il trito di erbe e frutta secca, ancora un poco di Pecorino a scaglie e…
Buon Appetito!




















Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...