venerdì 26 aprile 2013

Tomino su crostone integrale con bietole e funghi

Eccomi qua, sempre con un po' di impegni a cui stare dietro, che non mancano mai, una luna piena, ieri sera, meravigliosa, un delizioso pranzo, sempre ieri, con mamma dal mio amico chef Marco Virgili proprietario del Ristorante Acquamarina a Marcelli di Numana, lungo la costa del Conero, nelle Marche, che ci coccola sempre con i suoi deliziosi piatti di pesce
Ingredienti
4 Tomini
300 gr di funghi pleurotus già puliti
1 scalogno
250 gr di bietoline già pulite
3 spicchi di aglio
1 rametto di rosmarino 
1 ciuffo di prezzemolo
1 mazzetto aromatico con rosmarino, salvia, maggiorana o origano
2 cucchiai di nocciole tritate grossolanamente
Olio EVO
4 fette spesse di pane integrale, ma anche di più 
sale, pepe verde
Separa le coste dalle foglie delle bietole, lessa le foglie in una pentola non troppo grande con pochissima acqua e poi riduci in purea con il frullatore ad immersione, sistema di sale. Lascia la preparazione nella pentola e rimettila  sul fuoco per far ridurre se troppo liquido
Taglia le coste a losanghe non troppo piccole e falle salare in padella con il mazzetto aromatico, 1 spicchio d'aglio tritato e un poco d'olio per pochi minuti muovendole spesso, aggiungi un pizzico di sale
Taglia a metà o in tre pezzi i funghi più grandi e lascia interi quelli più piccoli, mettili in un'insalatiera, unisci lo scalogno tritato, il rosmarino, il prezzemolo e l'aglio rimasto tritati grossolanamente, condisci con olio, una presa di sale e una macinata di pepe 
Mescola bene poi metti la preparazione in una teglia e fai cuocere a 200° per 4/6 minuti
Cuoci i tomini, puoi utilizzare la stessa padella dove hai cotto le coste leggermente unta con olio
Tosta le fette di pane. Metti ciascuna fetta di pane in un piatto, suddividi la crema di bietole, poi aggiungi il tomino…
completa aggiungendo i funghi, le coste, completa con le nocciole, una macinata di pepe verde, un filo d'olio e…
Buon Appetito!
































lunedì 22 aprile 2013

Zuppa di patate con cipollotto al miele e mentuccia

Ancora un piatto che può essere di recupero, patate, lattuga o altra insalata che è nel frigo ma non è sufficiente per fare un'insalatona, un paio di cipollotti e…un piccolo esperimento! e il clima serale di questi giorni ci porta ancora a scaldarci con un piatto caldo. Ancora pioggia questa sera!
Ingredienti
300/350 gr di patate
3 cipollotti, 2 ossi e uno più grande bianco
6 foglie di lattuga grandi
150 ml di vino bianco secco più 1 cucchiaio
brodo vegetale o acqua
1 spicchio d'aglio
4 rametti di menta, io di due tipi differenti
1 rametto di maggiorana
miele d'acacia Rigoni di Asiago
Olio EVO
Olio di Zucca
1 cucchiaio di semi di zucca
sale, pepe verde
In una casseruola fai rosolare, ma senza farle dorare, le patate a dadi con lo spicchio d'aglio sbucciato e un paio di cucchiai di olio per un paio di minuti mescolando di tanto in tanto. Aggiungi il cipollotto bianco, compresa la parte verde, tagliato grossolanamente e fai insaporire poi bagna con il vino e fai evaporare completamente. Aggiungi abbondante brodo o acqua fino a ricoprirle e continua la cottura delle patate, sistema di sale. Aggiungi altro brodo o acqua caldi durante la cottura e quando le patate saranno cotte unisci la lattuga spezzata, fai cuocere per 3 minuti circa. Togli dal fuoco e riduci in crema gli ingredienti con il minipimer, riporta sul fuoco ancora per un paio di minuti, sistema la densità della zuppa
In un padellino fai scaldare due cucchiai di miele con la menta e la maggiorana, aggiungi i piccoli cipollotti tagliati a fettine in diagonale, il cucchiaio di vino e un pizzico di sale, ma proprio pochissimi granelli, e fai appassire mescolando spesso. Elimina i rametti di erbe aromatiche, unisci i semi di zucca
Impiatta e completa con i cipollotti al miele e i semi, l'olio di zucca, il pepe verde macinato e…
Buon Appetito!















domenica 21 aprile 2013

Insalata con erbe aromatiche e uovo sodo

Quest'insalata è uno di quei piatti che mi capita di fare in una di quelle giornate che non so' bene cosa preparare per il pranzo, non so bene nemmeno cosa vorrei mangiare, la spesa…avrei dovuto farla e non resta che fare un giro nel frigo!
Hello!…e sento che ritorna indietro la mia voce…un eco! helloellollloolllloo!  vedo la scatolina delle uova, compare un sorriso e capisco dal peso che dentro c'è…un solo uovo, alcuni pomodorini nel fondo del cassetto delle verdure con degli avanzi di insalata in un contenitore…ufff!!!!! È fatta! faccio un giro in terrazzo tra le mie piantine aromatiche, semi e semini nella dispensa non mancano, olio di zucca e vualà, il pranzo è pronto!
Non vi darò le dosi, è solo un'idea per un'insalata con quel che resta nel frigo, veloce e fresca e le erbe aromatiche danno un profumo più primaverile. Un'idea per il brunch o piatto unico con le insalate che preferite e che avete in frigo!
Ingredienti
il cuore di lattuga
un pugno di insalata mista
1 uovo
alcuni pomodorini
2 rametti di menta, anche se di differenti qualità 
2 rametti di maggiorana
8 foglie di basilico tagliato a julienne
1 cucchiaio di semi di zucca
Olio di semi di zucca
aceto di mele
sale

Metti l'uovo in un pentolino ricoprendolo con acqua fredda, porta a ebollizione e fai cuocere per 8/9 minuti poi raffreddalo in acqua fredda. Intanto che l'uovo sta rassodando metti la lattuga e l'insalata mista spezzate in una ciotola, aggiungi i pomodorini tagliati a metà o in 4, aggiungi le foglie di basilico a julienne, le foglie di menta e di maggiorana e i semi di zucca, condisci un cucchiaio di olio di zucca, un pizzico di sale e poco aceto, poi dipende dai tuoi gusti, mescola bene
Elimina il guscio dell'uovo, taglialo a spicchi e uniscilo all'insalata, aggiungi ancora un poco di olio e…
Buon Appetito!











I sagnarelli con carciofini sott'olio e pomodorini cotti e crudi

Questa è una delle paste che ho acquistato nella mia ultima incursione allo Spaccio Alimentare di Porto San Giorgio. Ogni tanto quando vado a trovare mia cugina mi fermo allo "Spaccio" e mi perdo tra le tante cose buone che hanno, le chiacchiere, la simpatia e l'accoglienza. L'assortimento di paste del Cav. Giovanni Cocco è pazzesco così faccio sempre un po' di scorta. 
La Sfoglia di Trito è una specialità che viene dalla tradizione contadina quando questi aggiungevano alla semola grezza anche la parte di crusca che veniva scartata dai "signori", perciò' si ha una pasta molto più ricca in sapore, rustica e ruvida, tiene bene i condimenti e saltata in padella dà il meglio di se dando la giusta consistenza alle salse, mi piace anche per questo e mi piace la semplicità del taglio di pasta
Ingredienti
300 gr di Sagnarelli Sfoglia di trito Cav. Giuseppe Cocco
12 carciofini medi sott'olio, io fatti da me
15/20 pomodorini
2 cucchiai di crema di olive nere
3 rametti di menta
2 rametti di origano
10 foglie di basilico
2 spicchi d'aglio
1/2 cucchiaino di peperoncino in polvere
succo di 1 arancia
Olio EVO
sale

Taglia i pomodorini a metà e poi a fettine. Metti metà di pomodorini in una ciotola con 3 cucchiai d'olio, la crema d'olive, metà delle foglie di basilico spezzate, il peperoncino e un pizzico di sale, mescola e lascia riposare
In una padella fai dorare l'aglio a fettine, i carciofini tagliati a spicchi con un poco del loro olio di conservazione, l'origano e la menta, aggiungi il succo d'arancia, fai insaporire per 1 minuto muovendo spesso la padella poi unisci i pomodorini rimasti, bagna con un poco dell'acqua di cottura della pasta e lascia amalgamare i sapori
Scola la pasta al dente, mettila in padella con la salsa e porta a cottura aggiungendo ancora un poco d'acqua di cottura della pasta mescolando di tanto in tanto senza far asciugare troppo, sistema di sale
Togli dal fuoco, unisci i pomodorini con la crema d'olive, amalgama bene, impiatta, completa con il basilico rimasto spezzato e…
Buon Appetito!





















Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...