sabato 14 settembre 2013

Fichi & ricotta con miele cotto

Un piccolo e veloce dessert preparato al volo! Avevo 5 fichi che stavano perdendo vitalità mentre in casa servivano un po' di coccole. Per preparare una marmellata i fichi erano pochi, il tempo per preparare un altro dolce era poco e ho pensato che la preparazione più veloce mentre stavo sistemando la cucina dopo il pranzo era passare in forno i fichi…preparare una crema?…neee! Con la ricotta fresca del mercato acquistata la mattina sarà un ottimo abbinamento e allora…al lavoro! Vi darò delle indicazioni, l'ho preparato veramente in pochi minuti e non ho pesato nulla perciò potete anche diminuire o aumentare la quantità di miele o di ricotta a seconda di quanto siete ghiotti!

Taglia a metà i fichi e mettili in una teglia ricoperta con della carda da forno. Trita grossolanamente 2 cucchiai di nocciole e mettile sui fichi poi distribuisci sui fichi 2 cucchiai di miele
Fai cuocere in forno riscaldato a 200° per pochi minuti
Nel frattempo fai cuocere 4 cucchiai di miele con un pezzetto di vaniglia tagliata a meta fino a fargli prendere un colore ambrato
Aggiungi il miele cotto nella ciotola con 3 bei cucchiai di ricotta, mescola bene
Il dolce è pronto, puoi servire i fichi con la ricotta in un piattino o come singoli bocconi spolverizzando con del peperoncino in polvere
Buon Divertimento golosi!













Pollo alla birra e senape con salsa di prugna

Appena ho messo il pollo in forno, erano le 12,30, più o meno, mi sono ricordata che avevo da fare un paio di commissioni, è quasi la mia normalità che a volte mi riduco a fare delle cose all'ultimo minuto ma avevo quasi tutto sotto controllo, il pollo era in forno ma…dovevo ancora preparare la salsa, i fagiolini…e comunque sono andata.
Anche se non posso confidare nell'aiuto di mamma in cucina oggi sono riuscita a coinvolgerla di più come "assistente", le ho chiesto se nel frattempo poteva pulire i fagiolini e preparare la tavola, come al solito, e come al solito mancava qualche cosa, ma va bene così. Mentre stavo rientrando l'ho chiamata per togliere il pollo dal forno e l'ho trovata che gli girava intorno affamata ed estasiata e mentre controllava i miei movimenti e le padelle fumanti mi ha detto "cosa combina la fatina che è in te!?" e guardandola negli occhi "una cosa magica buonabuonissima!". Ho ripreso in mano la situazione e mentre frullavo le prugne e tritavo l'aglio le ho chiesto se poteva prendermi una padella, quelle più grandi le tiene nello sgabuzzino, è tornata con due padelle e dopo averne scelta una mi chiede…"hai bisogno anche di questa o di altro?"…che dire, non capita così spesso che sia così coinvolta e con l'aria furbetta e la cosa mi ha intenerita e divertita, così le ho chiesto un bicchiere di vino e ha capito subito che non era per cucinare dato che è tornata anche con il suo bicchiere e abbiamo brindato a questa felice giornata e al pollo ormai in dirittura d'arrivo sulla tavola.
Ebbene si, sono la fatina di casa! ma questa è un'altra storia.
Ingredienti
1 pollo già tagliato (io pollo nostrano)
3 dl di birra
2 foglie di alloro
2 cucchiai di semi di senape
2 rametti di rosmarino
6 bacche di ginepro
300 gr di fagiolini
2 spicchi d'aglio
Olio evo
sale, pepe nero
per la marinata:
3 dl di birra
15 foglie di sedano e un poco del gambo tritate grossolanamente
6 bacche di ginepro
4 chiodi di garofano
10 foglie di salvia
1 peperoncino tritato
per la salsa:
1 cipolla non troppo grande
1 prugna e 1/2
2 foglie di alloro
1 cucchiaio di semi di senape nera
3 dl circa di brodo di pollo o acqua
Olio evo
Metti gli ingredienti per la marinata in una pirofila, aggiungi i pezzi di pollo e fai marinare per almeno mezza giornata, io l'ho preparato la sera per cucinarlo il giorno dopo, e rigira il pollo nella marinata almeno due volte
Scola il pollo dalla marinata, non importa se rimangono attaccati dei pezzi di sedano, e mettilo in un'altra pirofila in cui avrai versato la birra e aggiunto il rosmarino, le bacche di ginepro, i semi di senape e le foglie di alloro tagliate in diagonale
Ungi il pollo con dell'olio evo poi aggiungi sale e una macinata di pepe macinato
Fai cuocere il forno riscaldato a 200° per 15 minuti, poi abbassa la temperatura a 170° e continua la cottura ancora per 30 minuti/45 minuti, dipende dal tipo di pollo che hai acquistato, e bagna un paio di volte il pollo con la salsa di cottura
Frulla, in un bicchierone, la prugna tagliata a pezzi con un poco di brodo
Fai cuocere le cipolle tagliate a fette in una padella con poco olio e il brodo rimasto
Quando le cipolle saranno morbide aggiungi la purea di prugna, un pizzico di sale e fai cuocere su fuoco medio fino a far ridurre ed addensare la salsa
In un padellino tosta, su fuoco basso, i semi di senape neri muovendo spesso poi uniscili alla salsa e continua la cottura. Nel frattempo cuoci i fagiolini tagliati a metà su fuoco vivace per pochi minuti in una padella con due cucchiai d'olio e l'aglio tritato, aggiungi un pizzico di sale e mescola di tanto in tanto durante la cottura
Suddividi i pezzi di pollo nei piatti con un poco di salsa di cottura, aggiungi la salsa alle prugne e i fagiolini e…
Buon appetito!
































venerdì 13 settembre 2013

Pennoni rossi con nduja e pesto rosso alle erbe aromatiche

Ingredienti
300 gr di Pennoni Giovanni Perna
2 coste di sedano con foglie
30 gr di nduja
1 cipolla rossa
rametti di maggiorana e origano
2 peperoni arrostiti
scaglie di pecorino invecchiato
1 peperoncino
Olio EVO
sale
per il pesto rosso:
3 pomodori
un mazzetto di erba cipollina
un mazzetto di basilico
sale
Taglia a metà i pomodori, togli i semi e mettili a scolare in un colino per recuperare il liquido di vegetazione che aggiungerai alla preparazione. Taglia i pomodori a piccoli pezzi e frullali in un contenitore con l'erba cipollina, le foglie di basilico, il liquido di vegetazione e un pizzico di sale, senza aggiungere olio 
Fai appena appassire la cipolla a fette sottili, le coste di sedano a dadi, le erbe aromatiche in una padella già calda con un paio di cucchiai d'olio evo
Unisci la nduja, mescola di tanto in tanto per farla sciogliere
Poi aggiungi i peperoni privati della pelle e tagliati a striscioline e il peperoncino tritato, fai insaporire quindi bagna con un poco di acqua di cottura della pasta e fai cuocere per 5 minuti
Scola la pasta al dente e mettila nella padella, versa metà, circa, del pesto rosso e fai insaporire su fuoco alto, sistema di sale
Suddividi il pesto rosso nei piatti, possibilmente caldi, copri con delle scaglie di pecorino
Impiatta, completa con le foglie di sedano tritate e…
Buon Appetito!

























giovedì 12 settembre 2013

Linguine cremose con avocado al profumo di menta

Non sono mai impazzita per l'avocado ma ho imparato ad apprezzarlo nel periodo che ho vissuto a Brooklyn. A casa di mio fratello ne vanno pazzi, sopratutto i miei nipoti e poi nei ristoranti messicani il Guacamole te lo preparano proprio sotto gli occhi con il pestello e ti chiedono anche quanto piccante lo vuoi. Nei mercati ne puoi trovare in quantità industriali e di differenti qualità. Si, ho imparato ad apprezzarlo proprio a Brooklyn e ogni volta che lo utilizzo in cucina per un momento, ma anche due momenti, il mio cuore batte più velocemente e il ricordo della mia vita trascorsa nella Grande Mela mi porta un sorriso ma anche un po' di malinconia. 
I miss u Brklyn! 
Ingredienti
300 gr di Linguine Garofalo
300 gr di zucchine
1 cipollotto con la parte verde o una cipolla bianca
80 gr di formaggio caprino
1 mazzetto aromatico con menta, maggiorana, timo
1/2 avocado
un mazzetto di prezzemolo
1 ciuffo di erba cipollina se il cipollotto non ha la parte verde (facoltativa) 
20 foglioline di menta (ma se sono di più va bene lo stesso)
Olio EVO
pepe misto
sale
Schiaccia in un piatto fondo con una forchetta l'avocado, aggiungi il formaggio caprino, 3 cucchiai d'olio evo, una presa di sale e una macinata di pepe misto e amalgama bene 
Butta la pasta. Taglia in 4 le zucchine per la lunghezza e poi a fettine e falle dorare leggermente in una larga padella con un paio di cucchiai di olio evo, la cipolla a fette e il mazzetto aromatico, non dimenticare un pizzico di sale
Scola le linguine al dente, aggiungile alle zucchine e fai saltare su fuoco vivace, aggiungendo un poco d'acqua di cottura della pasta, in modo da portare a giusta cottura
Togli dal fuoco, unisci il caprino con l'avocado e mescola bene
Impiatta, completa con il prezzemolo e la menta tritati non troppo finemente, una macinata di pepe, un filo d'olio evo e…
Buon Appetito!





















mercoledì 11 settembre 2013

Le seppie in umido con peperoni e pomodori verdi e basilico

In quest'ultimo periodo mi ha preso il trip per i peperoni. Effettivamente non li uso spesso nella mia cucina, problemi per digerirli, ma mi piacciono molto sopratutto arrostiti e poi conditi semplicemente con prezzemolo, aglio, prezzemolo o maggiorana fresca su una fetta di buon pane. Perciò nelle prossime ricette ci saranno i peperoni. Mi piace arrostirli in forno, li metto in una teglia ricoperta con della carta da forno, unti con olio evo e li faccio cuocere a 190° per una ventina di minuti girandoli un paio di volte durante la cottura, li faccio raffreddare un poco poi li metto in un contenitore di vetro, chiudo con un coperchio e li faccio raffreddare, in questo modo sarà più semplice togliere la pelle, al posto del contenitore di vetro uso i sacchetti per alimenti 
E come sempre…buon divertimento!
Ingredienti
350/400 gr di seppie già pulite
1 cipolla
4 alici sott'olio
un mazzetto aromatico con rosmarino, salvia, timo limoncino
2 dl di vino bianco
2 peperoni arrostiti (1 rosso e 1 giallo )
4 pomodori maturi
2 pomodori verdi
10 foglie di basilico
1/4 di cucchiaino di peperoncino
Olio EVO
sale
fettine di pane tostate per accompagnare
Taglia i pomodori verdi a piccoli dadi, mettili in una ciotola e condisci con un pizzico di sale, un paio di cucchiai d'olio e le foglie di basilico tagliate a julienne. Priva i peperoni della pelle e dei semini poi taglia la polpa a filetti sottili
Taglia i pomodori a metà, togli i semi e mettili in un colino per raccogliere l'acqua di vegetazione poi tagliali a filetti. In una padella già calda fai dorare leggermente la cipolla tagliata a fette non troppo spesse con tre cucchiai d'olio, le alici tritate e il mazzetto aromatico
Unisci le seppie tagliate a quadretti, fai rosolare per alcuni minuti mescolando di tanto in tanto poi sfuma con il vino e fai evaporare
Aggiungi i pomodori a filetti, il peperoncino e fai insaporire, poi bagna con due dl di acqua e il liquido di vegetazione dei pomodori e fai cuocere per 20 minuti, non dimenticare il sale
Infine aggiungi i peperoni e fai cuocere ancora per 10 minuti circa, se la preparazione si asciuga troppo aggiungi ancora un poco di acqua ben calda
A questo punto puoi impiattare le seppie aiutandoti con un coppa pasta, completa con i pomodori verdi, i crostini di pane, delle foglioline di basilico e…
Buon appetito!






























Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...