venerdì 29 aprile 2016

Crescia farcita con ragù bianco e carciofi e un'insalatina di pomodori e ravanelli

A volte faccio la spesa avendo in mente cosa fare ma poi…cambio idea ed anche in questo caso è successo, spero accada anche a voi!
L'idea era di preparare un ragù classico, magari da mettere anche in congelatore per qualche imprevisto e poi…arriva l'imprevisto!
Amici che non vedevo da un po' e cosa c'è di meglio che invitarli a rimanere a cena. Allora è il momento di improvvisare sopratutto se l'ingrediente base non è sufficiente per poter preparare un hamburger ciascuno.
Avrei anche potuto fare una pasta con questo ragù ma un panino può dare la stessa sensazione di comfort food per rilassarsi a tavola tra chiacchiere e amici. 
Ho sostituito la crescia al pane, questa è una via di mezzo tra una focaccia e una piada ma è una preparazione tipica delle Marche, sopratutto dell'entroterra. 
Si cuoce sulla griglia e dalle mie parti, nelle Marche, si usa mangiarla calda e farcita con i salumi, ottimo è il ciauscolo o con le "erbe trovate", che sono erbe selvatiche miste, lessate e ripassate in padella, si può farcire anche con la cicoria o bietole. Mi piace preparare questi "panini", sopratutto per la sera, un po' scomposti dove ci si sporca le mani nel mangiarli. Mi raccomando di scegliere una buona birra artigianale o un buon bicchiere di vino e godere della serata e della compagnia. Buon divertimento!
Ingredienti
250 g di carne macinata
150 ml di vino bianco secco
1 crescia grande o focaccia
6/8 carciofi medi o 4 carciofi
1 avocado maturo
2 arance al naturale
2 limoni al naturale
salvia, rosmarino e menta
1 aglio fresco compresa la parte verde
Olio EVO
sale, pepe

per la salsa:
2 pomodori
parte verde di 1 cipollotto 
6 ravanelli
succo di limone
Olio EVO
sale, peperoncino in polvere

Taglia a metà l'avocato, elimina il nocciolo e poi la buccia, taglialo grossolanamente poi metti la polpa in una ciotola con 2 cucchiai di olio evo, un pizzico di sale e qualche goccia di limone e con una forchetta schiacciala grossolanamente 
Pulisci i carciofi eliminando le foglie esterne più dure e il gambo che potrai usare per una zuppa, taglia la punta poi tagliali in 4 o 6 spicchi e mettili in una capace terrina con acqua acidulata con il succo di 1 limone e lascia nell'acqua anche le due metà dei limoni spremuti.
In una padella già calda rosola la carne macinata con un cucchiaio d' olio evo, sfuma con il vino, fai evaporare e trasferisci la carne in una ciotola. 
Scola i carciofi e mettili nella padella calda con un poco d'olio evo, le erbe aromatiche e la parte bianca  dell'aglio tagliato a rondelle e fai insaporire, su fuoco medio, per cinque minuti mescolando spesso
Bagna con il succo di mezzo limone, unisci la parte verde dell'aglio tritata grossolanamente e fai cuocere per 6/7 minuti, su fuoco medio, mescolando di tanto in tanto, sistema di sale
Unisci la carne macinata, un poco di brodo vegetale o acqua ben caldo, copri e fai cuocere per altri 5 minuti circa
In una terrina riunisci i pomodori privati dei semi e tagliati a dadi, i ravanelli a fettine sottili, la parte verde del cipollotto a rondelle, un pizzico di sale e di peperoncino. Condisci con un poco d'olio evo, mescola e lascia riposare
Taglia le arancie a vivo in modo da non lasciare la parte bianca alla polpa poi ottieni delle fette non troppo sottili.
Taglia la crescia a metà nel senso della larghezza poi in 4 spicchi grandi. Suddividi la polpa di avocado sulla base della crescia scaldata, o focaccia, e  poi le fette di arancia
Suddividi il ragù con i carciofi, l'insalatina con il pomodoro, i ravanelli e il suo sugo, completa con un filo d'olio evo e una macinata di pepe, appoggia la parte superiore della crescia sulla preparazione e…
Buon Appetito!











martedì 26 aprile 2016

Spaghetti con zucca e sgombro su Portobello ai pistacchi

Un fungo per nido per avere un piatto unico. 
Un piatto divertente e colorato e…se siete vegetariani o non mangiate pesce non passate oltre, potrete sempre provare a giocare in cucina eliminando i filetti di sgombro e…datemi un feedback per farmi sapere com'è andata!

Ingredienti
280 gr di Spaghetti
160 gr di zucca già pulita
1 porro medio compresa la parte verde
250 gr di filetti di sgombro
10 g di funghi porcini secchi 
4 funghi portobello di media grandezza (di 10 cm di diametro circa)
un bel ciuffo di erba cipollina
un mazzetto di prezzemolo
2 spicchi d'aglio
40 gr di pistacchi in polvere
1,5 dl di vino bianco secco
Olio EVO
sale, pepe nero
Frulla i funghi secchi in un macina caffè in modo da ottenere una polvere ma se non hai un macinino fai rinvenire i funghi in una ciotola con acqua, strizzali e tritali finemente
Taglia il porro in 4 nel senso della lunghezza poi tritalo grossolanamente, mettilo in una ciotola con acqua per eliminare la terra poi scolalo.
In una ciotola riunisci le foglie del prezzemolo e gli spicchi d'aglio, sbucciati tritati non troppo finemente, aggiungi 2/3 dei pistacchi in polvere, una macinata di pepe e un pizzico di sale, mescola.
Pulisci i funghi con un panno leggermente umido per togliere eventuali residui di terra. Aiutati con un cucchiaino per togliere le lamelle all'interno della testa del fungo raschiando delicatamente senza intaccare la polpa, poi stacca il gambo 
Ungi con un poco di olio Evo la parte esterna dei funghi, mettili in una teglia, distribuisci i pistacchi in polvere con gli aromi all'interno, ungi con dell'olio evo, aggiungi ancora un poco di sale poi cuoci in forno riscaldato a 200° per 6-8 minuti, togli dal forno e tienili in caldo
In una padella fai saltare  la zucca tagliata a dadini, per un paio di minuti, su fuoco vivace,con un cucchiaio d'olio evo.
Aggiungi alla zucca la polvere di funghi, mescola bene, sfuma con il vino e fai evaporare.
Butta la pasta…cuoci gli spaghetti in abbondante acqua salata
Poi unisci il porro, fai insaporire per 5/6 minuti, bagna con poca acqua di cottura della pasta, mescola di tanto in tanto e sistema di sale
Aggiungi lo sgombro, pulito dalle lische, tagliato a dadini, fai insaporire su fuoco vivace e appena la polpa inizia a cambiare di colore unisci gli spaghetti al dente, mescola spesso per far amalgamare i sapori e se necessario aggiungi un poco dell'acqua di cottura della pasta
Metti un portobello su ogni piatto, suddividi la pasta mettendola all'interno del fungo. Completa spolverizzando con la polvere di pistacchi rimasta, l'erba cipollina tagliuzzata, un giro d'olio evo e…
Buon Appetito! 












Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...